Superbonus 110 come funziona? Scopriamolo subito

Stai pensando di svolgere lavori di ristrutturazione per la tua abitazione? Questo è il momento ideale! Grazie all’ecobonus edilizia. Stiamo parlando del decreto rilancio 110. Ma sai il superbonus 110 come funziona? Scopriamo qui cosa sia, come si possa attivare e perché doverlo richiedere.

Superbonus 110 a chi spetta

Tutti quelli che devono eseguire lavori in casa di ristrutturazione, fino al 30 Giugno 2022, possono avvalersi del decreto rilancio ecobonus e di una detrazione 110 per cento delle spese sostenute per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e che riducono il rischio sismico.

Decreto rilancio ecobonus 110

Il Decreto Rilancio ha introdotto il superbonus: una detrazione del 110% sulle spese sostenute per: interventi di isolamento termico; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale; riduzione del rischio sismico nei propri condomini o nelle personali singole case. La detrazione fiscale del 110% vale per tutti i lavori fatti dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022.

Come si può usare il bonus 110 per cento?

Gli interventi che beneficiano della detrazione sono di due tipi e possono riguardare sia la singola casa, sia il condominio. Una condizione è che siano dotati di impianto di climatizzazione funzionante o riattivabile. Da queste detrazioni sono invece escluse le nuove costruzioni.

In questi casi sopra esposti è possibile avvalersi del decreto superbonus 110 per ricevere agevolazioni realtivi a grossi interventi tesi a migliorare la prestazione termica degli edifici e a ridurre i rischi sismici.

Quali sono esattamente gli interventi previsti?

Interventi di isolamento termico e di miglioramento energetico


Si tratta di interventi di:

  • isolamento termico delle superfici opache inclinate, verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio;
  • coibentazione del tetto;
  • interventi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione esistenti;
  • lavori di riqualificazione energetica;
  • installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici;
  • installazione di impianti fotovoltaici o di impianti solari fotovoltaici;
  • interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche.

La detrazione si estende anche alle spese di:

  • smaltimento o bonifica dell’impianto sostituito,
  • adeguamento dei sistemi di distribuzione

La detrazione del 110% si applica anche alle spese funzionali all’esecuzione dell’intervento, quali l’acquisto di materiali, la progettazione e le spese professionali, perizie, installazione di ponteggi, smaltimento dei materiali rimossi, Iva, imposta di bollo, diritti sui titoli abilitativi edilizi.

Interventi antisismici


Gli interventi antisismici previsti per poter usufruire del superbonus 110% sono quelli attualemnte previsti nel sismabonus. Per aderirvi è necessario che l’unità abitativa si trovi in zona ritenuta ad alto rischio sismico.

Bonus 110 requisiti per ottenere la detrazione


Per ottenere la detrazione del 110%, gli interventi, nel complesso, devono assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche (ad esempio dalla D alla B), anche congiuntamente ad altri interventi di efficientamento energetico, all’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.

Quando il “salto” di 2 classi non è possibile, bisogna comunque ottenere il passaggio alla classe energetica più alta, quindi per chi si trova nella classe energetica “A3” il superbonus viene riconosciuto con il passaggio alla “A4”. Il passaggio di classe va dimostrato con l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.), ante e post intervento, rilasciato da un tecnico abilitato.

Ristrutturazione 110 per cento e anno della spesa

Le detrazioni cambiano in funzione dell’anno in cui vengono sostenute le spese di ristrutturazione.

  • Spese sostenute nel 2020 e nel 2021 la detrazione va suddivisa in 5 rate di pari ammontare.
  • Spese effettuate nel 2022 la detrazione deve essere ripartita in 4 rate di pari ammontare.
  • Interventi effettuati dai singoli contribuenti o dai condomini, per i quali entro il 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.
  • Per gli interventi effettuati dagli istituti autonomi case popolari invece, se alla data del 31 dicembre 2022 sono stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 30 giugno 2023. 

Affidati ai professionisti

Il superbonus 110% mette in campo più professionalità: non si potrebbe pensare di fare tutto da soli, visto tra l’altro l’ingente mole di documentazioni tecniche e pratiche burocatiche da seguire. La scelta di un partner per la ristrutturazione della tua casa o del condominio dove vivi diventa fondamentale.

Anche il lavoro dei professionisti, in caso di interventi realizzati,sarà detraibile al 110% insieme al resto.

Noi di Buffa sapremo aiutarti in tutte le fasi necessarie, guidandoti sin dalle valutazioni tecniche in merito all’efficienza energetica, fino alla preparazione delle documentazioni tecniche da presentare per concessioni e autorizzazioni, e ci occuperemo di realizzare tutti i lavori adeguati, grazie al nostro know how, ai servizi e ai prodotti di cui disponiamo in campo edile.Il nostro team è sempre aggiornato su tutte le novità in materia e tra l’altro dalla nostra Buffa Academy vengono formate sempre nuove leve, altamente competenti in materia e aggiornate grazie ai nostri corsi che consentono di essere sempre al passo con le più avanzate tecnologie edili e con tutte le informazioni di settore su tecniche e materiali.

Contattaci oggi stesso, per richiedere una consulenza sui nostri servizi o sui nostri corsi e seguici anche sulla nostra Pagina Facebook, per restare sempre aggiornato e informato sul mondo dell’edilizia e sulla migliore formazione in materia edile.