Mentre il settore delle costruzioni procede a passo sempre più deciso verso un mindset ecosostenibile, anche le tendenze per i nuovi materiali da utilizzare vanno prendendo posizioni di responsabilità e sostenibilità.
Il 2021 è stato un anno relativamente positivo per il mondo dell’edilizia. Nonostante le tante problematiche messe in gioco dalla pandemia, le agevolazioni riservate al settore edile – tra tutti si pensi al bonus facciate – hanno permesso all’intera filiera di non fermarsi.         
Sapresti dire quali sono stati i materiali edili di tendenza per l’anno appena trascorso

Materiali per edilizia 2021: i più utilizzati

Il 2021 ha registrato un trend legato ai materiali da costruzione che ha premiato caratteristiche come la durevolezza, la sostenibilità, l’estetica e la convenienza.
Nella costruzione o nel rinnovo della propria abitazione, i materiali che più di tutti hanno conquistato i consumatori sono stati:

  • Gres porcellanato
  • Marmo
  • Vetrocemento
  • Legno

Il 2022 è appena cominciato, ma già si possono delineare dei trend che con buona probabilità governeranno la domanda dei proprietari di immobili sui materiali dell’edilizia.
In particolare, sembra che il Gres porcellanato e il legno continueranno ad alimentare il mercato. Questa conferma è dettata dall’alta possibilità di personalizzazione del Gres e dalle qualità di isolamento e accumulo termico del legno, questo materiale edile, inoltre, offre una buona possibilità di reperimento da materiali di recupero e dalla produzione in loco.


Materiali edili 2022: quali tenere sott’occhio?


Il cemento riutilizzabile entra di diritto tra i materiali in tendenza per il nuovo anno. I proprietari e le imprese edili possono costruire utilizzando cemento riciclato da vecchie proprietà e immobili in disuso. Un numero sempre maggiore di sviluppatori e appaltatori si stanno rivolgendo al calcestruzzo circolare per ridurre l’impatto dell’anidride carbonica e contrastare la scarsità di materiale. Il cemento riutilizzato aveva già fatto la sua comparsa nel mercato – per lo più grazie a imprese edili con un buon fiuto verso il futuro – negli ultimi tempi, però, ha trovato un vastissimo utilizzo; una tendenza che sembra destinata a crescere: il calcestruzzo “sostenibile” non ha nulla da invidiare a quello standard, né in termini di qualità, né di resistenza.
Il sughero è un materiale che negli ultimi anni sta riscuotendo un notevole successo. Il suo ambito di utilizzo spazia dalle pavimentazioni alle finiture esterne, dai rivestimenti acustici ai controsoffitti. Grazie alle sue proprietà intrinseche, questo materiale eco-s

Mentre il settore delle costruzioni si avvia a passo sempre più deciso verso un mindset ecosostenibile, anche le tendenze per i nuovi materiali edili vanno prendendo posizioni di responsabilità e sostenibilità.

Il 2021 è stato un anno relativamente positivo per il mondo dell’edilizia. Nonostante le tante problematiche messe in gioco dalla pandemia, le agevolazioni riservate al settore edile – tra tutti si pensi al bonus facciate – hanno permesso all’intera filiera di non fermarsi.        
Sapresti dire quali sono stati materiali di tendenza per l’anno appena trascorso?

Materiali per edilizia 2021: i più utilizzati

Il 2021 ha registrato un trend legato ai materiali da costruzione che ha premiato caratteristiche come la durevolezza, la sostenibilità, l’estetica e la convenienza.

Nella costruzione o nel rinnovo della propria abitazione, i materiali che più di tutti hanno conquistato i consumatori sono stati:

  • Gres porcellanato
  • Marmo
  • Vetrocemento
  • Legno

Il 2022 è appena cominciato, ma già si possono delineare dei trend che con buona probabilità governeranno la domanda dei proprietari di immobili sui materiali per edilizia.          
In particolare, sembra che il Gres porcellanato e il legno continueranno ad alimentare il mercato, questa conferma è dettata dall’alta possibilità di personalizzazione del Gres e dalle qualità di isolamento e accumulo termico del legno, oltre che alla possibilità di reperirlo da materiali di recupero e produzione in loco.

Materiali edili 2022: quali tenere sott’occhio?

Il cemento riutilizzabile entra di diritto tra i materiali in tendenza per il nuovo anno. I proprietari e le imprese edili possono costruire utilizzando cemento riciclato da vecchie proprietà e immobili in disuso. Un numero sempre maggiore di sviluppatori e appaltatori si stanno rivolgendo al calcestruzzo circolare per ridurre l’impatto dell’anidride carbonica e contrastare la scarsità di materiale. Il Cemento riutilizzato aveva già fatto la sua comparsa nel mercato – per lo più grazie a imprese edili con un buon occhio verso il futuro – negli ultimi tempi, però, ha trovato un vastissimo utilizzo, una tendenza che sembra destinata a crescere. Il calcestruzzo “sostenibile” non ha nulla da invidiare a quello standard, né in termini di qualità, né di resistenza.

Il sughero è un materiale che negli ultimi anni sta riscuotendo un notevole successo. Il suo ambito di utilizzo spazia dalle pavimentazioni alle finiture esterne, dai rivestimenti acustici ai controsoffitti. Grazie alle sue proprietà intrinseche, questo materiale eco-sostenibile regola l’umidità, assorbe gli odori e fornisce un invidiabile riverbero sonoro. È inoltre impermeabile e resistente a muffe e funghi. Non stupisce, quindi, che questo “tessuto vegetale” sia una valida scelta anche nella realizzazione di sistemi a cappotti termici.

Tra le novità da osservare con attenzione, invece, troviamo la canapa, un materiale che ha dimostrato eccezionali capacità di isolamento termico. Sempre più costruttori cercano alternative sostenibili ai classici materiali. E la canapa sembra essere decisamente più in linea con la “visione verde” rispetto al poliuretano.

Le previsioni di mercato prevedono che il settore edile globale troverà una stabilità nel 2022, grazie a un’accelerazione degli investimenti in progetti infrastrutturali e a un mercato immobiliare che ha risposto prontamente alla crisi del 2020/21.

La nuova Legge di Bilancio 2022 ha messo a disposizione circa 100 milioni di euro per contrastare l’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione. Questa manovra sembra aver aperto uno spiraglio interessante per tutti quei proprietari di immobili che potrebbero trovare delle soluzioni economicamente vantaggiose per i loro lavori di costruzione o ristrutturazione.

Il Team di Buffa Academy è attentissimo ai cambiamenti di mercato dei materiali, oltre che alle tecniche e modalità che favoriscono un atteggiamento sempre più ecosostenibile. Contattaci se hai bisogno di una consulenza per i tuoi lavori.

La nostra Accademia propone inoltre diversi corsi formativi rivolti a professionisti, ingegneri, architetti, progettisti, geometri, ma anche tecnici, applicatori, imprese che siano orientati ad acquisire e/o consolidare competenze imprescindibili in un mondo che cambia a ritmi vertiginosi.

Segui la nostra Pagina Facebook per restare sempre informato sulle novità del mondo dell’edilizia.