L’edilizia ecosostenibile è ormai molto più che una dolce utopia. L’approccio green al mondo delle costruzioni passa oggi attraverso una serie di scelte responsabili e consapevoli, la prima delle quali riguarda i materiali da utilizzare.

Che si tratti di ristrutturare un edificio o di costruirlo partendo da zero, conoscere i materiali edili che sposano la causa dell’ecocompatibilità è di importanza cruciale, non solo per quanto riguarda l’ambiente in cui viviamo, ma anche per una serie di proprietà e vantaggi che questi apportano alla nostra qualità della vita. Esistono numerose possibilità per limitare l’impatto ambientale di un’abitazione. Non molto tempo fa si credeva che uno dei pochi approcci disponibili riguardasse le soluzioni adatte a creare energia da fonti rinnovabili, come i pannelli solari. Ad oggi siamo a conoscenza di numerose altre opportunità, che vedono l’edilizia ecosostenibile passare spesso attraverso l’utilizzo di materiali da costruzione ecologici e particolarmente indicati nei processi di costruzione.

Operare scelte ponderate e responsabili riguardo ai materiali ecosostenibili in edilizia significa optare per prodotti che riducano al minimo l’impatto negativo sull’ambiente e sulla salute dei fruitori degli spazi. Ovviamente, non si può ridurre tale politica alla semplice scelta tra un materiale e un altro: i prodotti utilizzati devono essere selezionati con precisione, tenendo conto dell’effetto d’insieme che questi avranno una volta completati i lavori. Devono essere impiegati seguendo tecniche e processi atti a garantire il miglior risultato raggiungibile. È solo attraverso una puntuale conoscenza di questi che il costruttore potrà garantire delle prestazioni affidabili nel tempo, oltre che contribuire ad alimentare un’economia circolare.

Proprietà dei materiali ecocompatibili

I materiali ecocompatibili devono offrire i massimi livelli di sicurezza ed efficienza energetica. Sfruttare proprietà intrinseche di mantenimento del calore, ad esempio, consente non solo di godere di temperature più confortevoli all’interno della propria abitazione, ma anche un importante risparmio energetico, garantito da un minore utilizzo dei sistemi di riscaldamento o di raffreddamento elettrici. Nel campo dell’edilizia ecocompatibile, la scelta dei materiali da costruzione punta ormai a garantire la maggior quantità possibile delle seguenti proprietà:

  • Capacità di trattenere il calore;
  • Alti livelli di resistenza, che si traducono in un minor numero di interventi di ristrutturazione;
  • Realizzazione attraverso l’utilizzo di materie prime riciclate;     
  • Riciclabilità o possibilità di smaltimento ecosostenibile; 
  • Indicati per offrire il massimo comfort abitativo e ambientale;   
  • Assenza di sostanze nocive per l’uomo e per l’ambiente nella composizione.

I materiali che fanno la differenza nella bioedilizia

𝐌𝐢𝐜𝐞𝐥𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐟𝐮𝐧𝐠𝐡𝐢 – La radice dei funghi viene utilizzata come isolante; questo, grazie alle proprietà intrinseche del micelio, permette all’isolamento di svilupparsi direttamente all’interno delle pareti, trasformando questo prodotto in un perfetto sostituto alle schiume plastiche.

𝐋𝐚𝐧𝐚 𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐜𝐨𝐫𝐚 – Richiede una quantità minima di energia per la produzione, è sicura per l’ambiente e, quando utilizzata come isolante, assorbe le sostanze inquinanti presenti nell’aria. Da non sottovalutare anche la sua facilità di riciclo.

𝐁𝐢𝐨𝐦𝐚𝐭𝐭𝐨𝐧𝐞 – L’edilizia ecocompatibile non può esimersi dal conoscere e sfruttare questo ritrovato eco-friendly. Si tratta di blocchi composti da un mix di calce e canapa. La loro realizzazione non necessita di particolari consumi energetici; offrono, inoltre, una buona resistenza termica.

𝐍𝐲𝐥𝐨𝐧 𝐫𝐢𝐠𝐞𝐧𝐞𝐫𝐚𝐭𝐨 – Il nylon è uno dei materiali sintetici prodotti in laboratorio. La rigenerazione di questo materiale è possibile, e il nylon rigenerato è già in uso nella produzione di diversi accessori di arredamento.

𝐕𝐞𝐫𝐧𝐢𝐜𝐢 𝐟𝐨𝐭𝐨𝐜𝐚𝐭𝐚𝐥𝐢𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐞𝐜𝐨𝐥𝐨𝐠𝐢𝐜𝐡𝐞 – Spesso si sottovaluta l’impatto che le vernici tradizionali hanno sull’ambiente: per produrre un litro di colore si generano circa 100 chilogrammi di rifiuti speciali. Ad oggi è ormai possibile trovare in commercio le vernici fotocatalitiche; queste garantiscono un minor impatto ambientale, oltre a intrappolare le polveri sottili presenti nelle vicinanze, divenendo un vero e proprio strumento a servizio anche della nostra salute.

Dopo aver individuato alcuni dei materiali più importanti al servizio dell’edilizia ecosostenibile, non resta che affidare i lavori di ristrutturazione della nostra abitazione a imprese che sposino la mentalità sostenibile e responsabile. Il Team di Buffa Academy è molto attento all’utilizzo di materiali eco-friendly. Contattaci se hai bisogno di una consulenza per i tuoi lavori.

La nostra Academy propone diversi corsi formativi rivolti a professionisti, ingegneri, architetti, progettisti, geometri, ma anche tecnici, applicatori e imprese che siano orientati ad acquisire e/o consolidare competenze imprescindibili in un mondo che cambia a ritmi vertiginosi.

Segui i nostri canali social per restare sempre informato sulle novità del mondo dell’edilizia.

Fonti:

Cradle to Cradle
Rinnovabili.it
PGCasa
ElleDecor